venerdì 9 agosto 2013

MONTEVERDI, GABRIELI, VENEZIA


MONTEVERDI GABRIELI VENEZIA

 


 A Venezia con Monteverdi

E la sua Incoronazione di Poppea. Che Musica! I duetti d’amore, il colloquio con la nutrice, la morte di Seneca, l’orgia con Lucano, l’onnipresenza erotica di Poppea. Un Nerone erotico e innamorato che sbava. E chi potrebbe immaginarlo?! Ma non c’è solo erotismo e amore anche se c’è tanto erotismo e amore. Erotismo, musica strascicata, languori, sensualità, sentimenti. Senza neppure necessità di arie. E’ un grande! Un grande come Verdi, come Wagner,come Debussy.

 A Mantova con Monteverdi

Con Il ballo delle ingrate, col Combattimento di Tancredi e Clorinda, con brani dall’Orfeo. Bella musica  ma non bella come l’Incoronazione  

A Venezia coi dogi e Monteverdi dentro S.Marco.

Chissà; sarà per lo squillo argentino delle trombe, sarà l’associazione tra suono di ntrombe e colore degli ottoni ma Sembra proprio di vederla, Venezia, sfavillante di ricchezze, di ori, di spettacoli. Ori, ricchezze, mercanti, navi, spezie, l’elegante aristocrazia, i dogi, il senato, i teatri. La città che dominava io mari e lottava da pario coi Turchi; più splendente e ricca di Costantinopoli, beffeggiava l’impero e i turchi.
Tutto questo lo senti nelle trombe di Gabrieli. Anche nei concerti di voci e strumenti. Gabrieli poi Monteverdi poi Cavalli.
Cavalli con un pezzo della sua Didone.  
Monteverdi - Beatus vir