lunedì 17 novembre 2014

LA TREMENDA GUERRA FRA IL DEMONIO E LA SIGNORA DELLE OLIMPIADI A CAPO DELLE ARMATE RADICAL CHIC


LA CITTA'  E  IL  DEMONIO

DI EZIO SAIA 

DOVE LEGGERE; SCARICARE; ACQUISTARE

LA TREMENDA GUERRA FRA IL DEMONIO E LA SIGNORA DELLE OLIMPIADI A CAPO DELLE ARMATE RADICAL CHIC
 

La scomparsa di Dio dal paradiso rivoluzioni in cielo e il terra l’approdo di due esuli a Torino, l’alleanza e poi lo scontro con l'Elite capitanata dalla signora delle Olimpiadi, l'incredibile cena della vittoria a palazzo Reale e in mezzo gli amori tempestosi, lussuriosi, appassionati tra Fato e la signora Gauss, tra Giosuè e l’Alsazia, tra Mosè e la Gioia, tra Mosè e Boccoli d’oro, tra Geronimo e Annuska, tra la Signora delle Olimpiadi e il marito presidente Mezzabanca.

"Il clima, la successione degli eventi, gli incidenti, le reazioni, i dialoghi assumono ora un tono grottescamente surreale e precipitano in due grandiosi eventi; il primo, una grande, fantasmagorica, eccitante festa da ballo, e, il secondo, una accesa guerra di successione per il rinnovo di tutte le cariche della città di Torino. Una città pronta a trasformarsi dalla vecchia, grigia e noiosa Torino industriale nella brillante, fantasmagorica e turistica nuova Taurini.
Sfila per la città il Circo del Diavolo, compare la Gorgone, La polizia capitanata dal Maggiore Lagrange insegue il demonio, il manoscritto del critico Gauss viene rubato dalla moglie, il maggiore inseguono la coppia Fato-Gauss che si rifugia, prima, nel territorio della Chiesa di Ugo e Nicola, un’ambigua setta in sospetto d’eresia, diretta da Giosuè, poi nel castello della nuova Versailles di Venaria. Un immenso palazzo in bilico tra magia e rovina.
Il romanzo si trasferisce in quell'incredibile castello che rivela pesto il suo carattere di grottesco, infinito e magico labirinto. La signora Gauss e Fato si perdono e si ritrovano, si perdono e si ritrovano mentre nella splendente Torno emerge grandiosa la Signora delle Olimpiadi patteggia col diavolo e vince la guerra dell’Abaco. Il diavolo inizia la spettacolare trasformazione della nuova Torino. Si succedono la polvere erotica, la ridarella, la neve filamentosa, il gelo, emerge la caverna alchemica, i turisti arrivano a valanghe, il sindaco impazzisce per la gioia. Il diavolo si presenta all'onnipotente SIGNORA DELLE OLIMPIADI e lei lo gioca.
Infuriato il diavolo la fa volare contro un muro a velocità supersonica. La signora si trasforma in una enorme e viva frittella frattale, il demonio esulta ma la frittella si moltiplica e, in pochi giorni, occupa la città: le case, le chiese, i confessionali e le segrete sale della politica; nulla si salva dalle frittelle che dispiegano così tutta la loro potenza, LA SIGNORA DELLE OLIMPIADI è onnipresente, onnisciente, onnipotente; è il nuovo DIO.
Con un colpo di bacchetta magica la nuova Torino scompare ma non tutto si ritrasforma come doveva. Lo stesso demonio perde memoria e identità e, mentre l'elite capitanata dalla eterna, infrangibile, luminosa SIGNORA DELLE OLIMPIADI, indice una grandiosa festa nell'appena restaurato e luccicante palazzo Reale…"
Dalla recensione della Prof. Manganiello