mercoledì 13 agosto 2014

CHERUBINI E CIMAROSA di E. Saia MUSICA



 Il nostro Cherubini, MUSICA

 Un italiano ma così poco italiano, così poco amato dagli italiani e così tanto amato dai tedeschi! Stupirsi? Mi stupirei del contrario. Cherubini componeva ai tempi di Cimarosa e di Paisiello, bravi e geniali, ma cuochi che servivano melodia a colazione a pranzo e a cena e gelato alla crema con panna di pomeriggio. Tanta bella musica ma anche tante riccioli e vezzosi tirabaci. Ti ammagliano, sorridono, fanno i buffoni, ti sbaciucchiano coi loro succulenti gossip. Nulla ovviamente di questo in Cherubini.

Questa notte tra il resto il suo Requiem. Il secondo e, a mio avviso, il migliore dei due.