martedì 12 agosto 2014

MUSICA EROTICA DI Ezio Saia - MUSICA




 Musica erotica
Mozart , Wagner, Monteverdi, Non Verdi, non Puccini e neppure Rossini. Wagner rappresenta l’erotismo tragico! Tra il cielo e la terra? Tra la luce e il buio? Certo che il crescendo del Tristano nel giardino incantato sembra proprio un’ascesa erotica: un amore senza respiro. Anche il Lebestod  che sto sentendo adesso, sembra un’ascesa erotica. Il che mi conferma l’impressione che l’esasperato erotismo quasi coincida  con l’ascesa mistica. Almeno in musica!

In Mozart, parlo del Matrimonio di Figaro l’aura erotica è tutta diversa; meno pesante ma non meno forte; anzi tutto il contrario. Qui tutto è impregnato, tutto respira sensualità, turbamento, erotismo. Tutto palpita erotismo, tutto è  turbamento erotico, tutto è sospiro; anche i mobili sospirano, respirano ed espirano sensualità.