lunedì 22 settembre 2014

il nostro caro compagno AUGUSTO COURTIAL


Il nostro caro compagno AUGUSTO COURTIAL 

Di Augusto riporto la lettera commento alla Cena annuale della VA del Segrè (1965) del  31.5.2006

A volte ritornano
…sì, proprio come simpatici fantasmini che per lungo periodo sono rimasti invisibili alle nostre cene, ma certamente non assenti, perché ne abbiamo parlato, li abbiamo ricordati sempre, a dispetto dei loro tentativi di assenza, quindi non gli chiediamo nemmeno di falsificare la firma sul libretto delle giustificazioni, tanto grande è il piacere di rivederli.
Io sono particolarmente contento della presenza – confermata – di Denozza e spero in quella – incerta - di Paglieri. Massimo e Walter sono la mia memoria antica: ci siamo conosciuti in quarta elementare, al Rosmini, ed abbiamo ben presto iniziato una bella amicizia anche per il fatto che abitavamo vicini. Ci vedevamo spesso al pomeriggio, in casa di uno o dell'altro, oppure andavamo nel cinema di quartiere o – spesso – a pattinare sul ghiaccio al palazzo del Valentino.
Abbiamo partecipato alle stesse festicciole pomeridiane in casa e ci siamo presi cotte storiche per le stesse ragazzine, con le quali danzavamo al suono di un giradischi, sperando che qualche audace spegnesse la luce... .
- Insomma: davvero una bellissima amicizia continuata poi sui banchi del Segrè e anche ben oltre, sulle piste di sci, sulle spiagge delle vacanze estive o ai nostri matrimoni. Neverending story...
Ed eccoci qui ancora una volta. Il nuovo governo ha avuto la tentazione di abolire la parata militare del due giugno, ma non ha nemmeno osato pensare di annullare la nostra cena annuale, col rischio di un'insurrezione armata.
Ormai siamo corazzati come acciaio al cromo-molibdeno, con tanto di sito Internet (grazie, Gianfranco). Le nostre cene dureranno quanto le piramidi. Dite che esagero?
Intanto, quatti quatti, hanno incominciato a partecipare alcuni figli della classe (sì, proprio come una grande famiglia) e chi può prevedere per quanto tempo potrebbe allungarsi una così bella tradizione?
Certo, arriverà un tempo nel quale banchetteremo fra la nuvole, per fare la pubblicità
Alla Lavazza. Bonolis e Laurenti non sono mica immortali...

Noi si. 

 AUGUSTO